PDA

Visualizza Versione Completa : Quaderni Speciali^^



Presea
29-10-2011, 17:23
E' una storia lunga, ve la risparmio^^
Però, il succo è questo... un giorno, andando a Rocca Malatina per prendere i giornali per lo zio, mi sono imbattuta in una cosa bellissima^^
No, l'edicolante non tiene i myth in negozio, però ha della cartoleria... e io ho visto un quadernone speciale^^
Ovvio dire che ho riconosciuto subito l'autore, dallo stile^^
Si tratta di un quadernone la cui copertina è stata disegnata nientepopodimenoche... da Marco Albiero, grandissimo disegnatore e, penso, appassionato, dei cavalieri.
Il quadernone, per chi fosse interessato, è prodotto da Pool Over,ditta di Milano, collezione PSG Design.
Disegni, ovviamente, di Marco Albiero^^
Righe di quarta elementare, ma chissene^^

Quello rappresentato, non è un cavaliere "canonico", ma uno ideato dall'autore, che ringrazio di cuore per il suo lavoro^^
Bene, vado con l'immy, abbiate pietà perchè l'ho scansionata in tre parti e poi unite con Photoshop...
http://i645.photobucket.com/albums/uu176/Presea75/dinictys.jpg

Ikky276
29-10-2011, 17:43
Ecco questa è una cosa che spero di non trovare a Roma altrimenti inizierei a collezionare anche quelli

Presea
29-10-2011, 17:44
Se vuoi ti aiuto :eheh

Maristark
29-10-2011, 19:01
bella copertina e bel cavaliere

Ikky276
29-10-2011, 19:15
Si aiutami così poi li regalo ai bambini!

Presea
29-10-2011, 19:17
Se li vuoi me lo dici che te li prendo... penso ci siano anche altri soggetti, adesso al momento ho solo questo^^'

Ikky276
29-10-2011, 19:18
Dicevo per dire! Poi come faccio a regalare qualcosa pure a mia moglie! Quella mi fa nero tra un po

Presea
29-10-2011, 19:19
Le regali un bel paio di orecchini d'oro e non ti fa più nero^^

Madara092
29-10-2011, 19:24
ora non è per farmi publicità ma anche io sono appassionato dei disegni del grande marco infatti ho carcato un po di sue fanart per chi fosse interessato

Ikky276
29-10-2011, 19:26
La fregatura è che li vendo e quindi quando vuole se li prende!

EternalMetal
30-10-2011, 12:01
Uau hai una gioielleria?Comunque è bello molto il soggetto, infatti mi manca proprio il cavaliere del pesce gatto. Insomma qui a Parma abbiamo diversi laghetti in cui li allevano pesci gatto per poi organizzare gare di pesca....Qualcuno deve pure proteggerli!

DarkSion_90
30-10-2011, 12:39
bello bello!!

darkschneider1980
30-10-2011, 17:42
Ecco questa è una cosa che spero di non trovare a Roma altrimenti inizierei a collezionare anche quelli

hahaha questa è bella, la collezione di quaderni..... xd xd xd

Presea
31-10-2011, 18:42
hahaha questa è bella, la collezione di quaderni..... xd xd xd
Chettiridi che non vedo l'ora di prenderne altri??? XD

@Eth: Il Dinictys non è propriamente un pesce gatto... è un animale preistorico, piuttosto voluminoso... Se ti va di leggere qualcosa, clicca qui:
http://2.bp.blogspot.com/-d2YpPL6iopY/Teuvcn6ey8I/AAAAAAAAHKA/LkCmMWrUUF4/s400/placoderma.jpg (http://2.bp.blogspot.com/-d2YpPL6iopY/Teuvcn6ey8I/AAAAAAAAHKA/LkCmMWrUUF4/s1600/placoderma.jpg)Conoscete i placodermi? Si tratta dei primi predatori acquatici di grandi dimensioni della storia dei viventi, se ci si basa sui fossili finora rinvenuti. Si tratta essenzialmente di animali marini ricoperti da un carapace osseo molto duro, sia sulla testa che sul torace, e articolato in modo tale da favorire l'apertura della bocca e facilitare il movimento della testa.

I placodermi, come l'esemplare definito CMNH 8130 (Holdenius holdeni) custodito al Museo di Storia Naturale di Cleveland, erano sostanzialmente grossi pesci corazzati che raggiungevano una lunghezza di oltre otto metri, e che potevano spezzare in due uno squalo (http://www.ditadifulmine.com/2011/02/nuova-turbina-prende-spunto-da-squalo.html) di due metri con i loro denti massicci e affilati, e con un solo morso.

Sembra inoltre che i placodermi fossero dotati di un appetito insaziabile, tanto insaziabile da portarli a nutrirsi di qualunque cosa, fino ad inghiottire bocconi grossi quanto la metà della loro lunghezza. E pare sia stato proprio l'appetito eccessivo dell'esemplare del museo di Cleveland a portare questo animale alla morte.

Se vi trovaste in mare aperto in compagnia di uno squalo lungo due metri, sarebbe molto facile intuire chi dei due sia in pericolo. Ma circa 370 milioni di anni fa nuotavano nell'oceano esseri viventi che con molta facilità avrebbero rimpiazzato gli squali nei vostri incubi, facendo diventare il predatore acquatico più temuto dell'era moderna un semplice bocconcino prelibato per un placoderma.

Pare che l'esemplare CMNH 8130, lungo quasi 3,5 metri, fosse intenzionato ad addentare uno squalo di un paio di metri di lunghezza. Il piano era semplice: morderlo e spezzarlo in due pezzi, per poi ingoiarli con calma e saziare l'appetito. Ma la preda non era di certo tra le più facili.

http://2.bp.blogspot.com/-NukBw-a_AkQ/Teuvc6SBdPI/AAAAAAAAHKI/1u6c9jRQF7c/s400/placo0derma.jpg (http://2.bp.blogspot.com/-NukBw-a_AkQ/Teuvc6SBdPI/AAAAAAAAHKI/1u6c9jRQF7c/s1600/placo0derma.jpg)Lo squalo era infatti uno Ctenacanthus, appartenente ad un'ordine ormai estinto e considerato come l'antenato degli squali moderni. Morfologicamente non era molto differente dagli squali che conosciamo, ma era dotato di una caratteristica fisica che aumentava di molto le sue possibilità di sopravvivere all'attacco di un predatore.

I ctenacantiformi erano infatti dotati di grosse spine (http://www.ditadifulmine.com/2010/03/lonomia-obliqua-il-bruco-della-morte.html) cartilaginee inserite all'interno dei raggi delle spine dorsali, e collegate alla muscolatura dell'animale, cosa che consentiva a questi squali di poterle sollevare per difendersi.

Quando il placoderma ha tentato di azzannare lo squalo, la preda ha sollevato le spine, facendo in modo che queste si conficcassero nel palato del predatore e penetrassero nella scatola cranica, uccidendolo all'istante.

Brutta fine per un predatore così formidabile, ma una gran fortuna per i paleontologi. Dopo aver ucciso il placoderma, il Ctenacanthus si è liberato dalla bocca del predatore e ha continuato la sua esistenza come se nulla fosse, senza rendersi conto che la morte fulminea provocata dalle sue spine avrebbe favorito il rapido processo di fossilizzazione (http://www.ditadifulmine.com/2011/05/fossile-di-formica-gigante-fornisce.html) grazie al quale è stato possibile ricostruire questa storia.

In un tempo relativamente breve in termini evolutivi, circa 20 milioni di anni dopo l' "incidente", i placodermi si sarebbero estinti dai mari di tutto il mondo, lasciando campo libero alle loro prede, gli squali, che iniziarono a dominare gli oceani del pianeta.



A Candidate For A Darwin Award: A 370Ma Placoderm (http://www.science20.com/between_death_and_data/candidate_darwin_award_370ma_placoderm-77163)
Così se qualcuno non fosse interessato non ci clicca ;)
L'articolo è tratto da Ditadifulmine^^ così non pensano che scopiazzo e basta^^
Ho anche un libro con la descrizione del fossile, ma ce l'ho in montagna per cui abbiate pazienza^^

@Alessandro76: cavolooooooooooooooooooooooo il mio negozio preferitoooooooooooooooooooooooooooooooo o0o:sbaciuzz

ladymary
03-11-2011, 13:02
La fregatura è che li vendo e quindi quando vuole se li prende!


...@ ikki la cosa si fa interessante ...mmmmmmm

... @ P.r. bel lavoro ! :fiore

Argonitz
08-11-2011, 00:11
già... +1 Près