TITANI - 006
CRIO la Galassia - (星漢のクレイオス)

EPISODE G - Enciclopedia dei personaggi - TITANI - Crio la Galassia

Ultimo trai i Titani liberati da Ponto, ha una personalità molto seria ed è estremamente violenta. Anche quando è furioso, però, non perde mai la sua concentrazione.

Combatte e agisce in base ad un forte senso dell'onore, ma non crede che gli dei devono agire esclusivamente a beneficio degli esseri umani. Egli crede che gli dei abbiano esistenze completamente inutili e che siano mossi solo dalla loro volontà di onnipotenza.

Attacca il Santuario poco prima che Kronos vada a recuperare il "Megas Drepanon". Lì si scontra per la prima volta con Capricorn Shura , la cui "Excalibur" si rivela all'altezza del "Blade Aster" del Dio.

Shura riesce a salvarsi spezzando proprio l'Aster Blade del Dio Crio.

La seconda volta che si incontriamo è nel Labirinto di Crono e afferma che la lotta per la causa dei Titani viene prima di tutto.

Viene sconfitto da Shura dopo una battaglia brutale e riconosce i santi di Atena come avversari degni.

Crio è noto per i colpi precisi e taglienti del suo "Blade Aster". Egli è anche in grado di evocare liberamente e manipolare i cristalli di oricalco , il principale componente delle cloth dei cavalieri. La sua Soma ha la forma di una scimitarra.


Prima di morire, egli concede il suo Ichor al Santo Capricorno per guarirlo, e lo lascia in eredità la sua spada.