TITANI - 002
IPERIONE IL NERO - ((漆黒のヒュペリオン,)

EPISODE G - Enciclopedia dei personaggi - TITANI - Iperione il Nero

Antico dio solare, Iperione è il primo dei Titani a tornare in vita e a comparire nella storia, poiché (a differenza dei suoi fratelli) fu intrappolato nel corpo di Apopi, da cui viene inconsapevolmente liberato da Aiolos e poi curato da Ponto con il proprio Ichor per circa dieci anni.

Caratterialmente Iperione è un soldato onorevole, fedele al proprio re e al proprio popolo. Seppur orgoglioso del suo essere divino, è anche pronto a riconoscere il valore degli esseri umani come suo fratello Ceo. Nel corso della storia si scontra diverse volte con Aiolia, e tra i due nasce una rivalità unita AD un profondo rispetto reciproco.

A differenza degli altri Titani, Ponto considera Iperione degno di fare parte del nuovo mondo che verrebbe creato dal risveglio di Gaia, in cui dovrebbe essere il nuovo dio del Sole, ma il Titano (dopo aver appreso la verità su Mnemosine da un messaggio telepatico di Ceo) rifiuta preferendo restare a fianco del suo popolo e del suo re, scontrandosi un'ultima volta contro Aiolia, che riesce comunque a sconfiggerlo malgrado il potere rigenerativo evocato dal dio con l'uroboro, riducendolo in fin di vita.

Ponto comincia allora a controllare il corpo del Titano grazie al sangue precedentemente donatogli, ma Iperione riesce a resistere e dona la sua Dunamis ad Aiolia, facendogli promettere di proteggere il suo re e il popolo dei Titani.

Il suo simbolo è lo spadone (o grande spada) che usa anche in battaglia, mentre il suo astro è il sole di tenebra.

I suoi poteri inizialmente sono legati al vento, poi si espanderanno arrivando a comprendere il vento solare e l'evocazione dell'uroboro, mentre i suoi attacchi comprendono:

'Ebony Vortex, Gurthang Vortex, Helios Vortex, Helios Prominence, Prominence Blade e Ouroboros Prominence.

Inoltre possiede una mente analitica in grado di a tecnica che ha visto una sola volta e poi sviluppare una strategia adeguata rappresaglia.