GOLD SAINT - 005
LEO AIOLIA

EPISODE G - Enciclopedia dei personaggi - GOLD SAINT - Leo Aiolia

Pur essendo un biondo naturale,Aiolia tinge i suoi capelli di un rosso acceso per prendere fuggire alla somiglianza dal fratello Aiolos, che la maggior parte del Santuario crede essere un traditore. Comunque, è evidente che seppure risente dell' immagine di suo fratello e ne soffre immensamente, ancora lo ama molto. Questo è il conflitto che si cela dietro il rancore che nutre verso il resto dei Cavalieri d'Oro e lo spinge spesso a scontrarsi con loro in accesi diverbi ed a sfidare gli ordini del Gran Sacerdote.
Aiolia tiene i suoi cari vicino al suo cuore, in particolare i suoi servitori Lithos e Galan , che egli ritiene essere una famiglia.
Come insegnatogli da John Black , si batte con orgoglio, non per se stesso, ma per proteggere tutti e tutto ciò che ha di più caro.

La sua forte personalità, ed il suo Cosmo legato al fulmine attirano l'attenzione di Ponto, che lo riconosce come una potenziale minaccia per i suoi piani, e Iperione , che egli incontra durante prima invasione del Titano al Santuario. Essi si riferiscono al Cavaliere di Leo come "l'uomo del malaugurio" e Kronos profetizza che sarà proprio luii liberarlo dal sigillo di Zeus.

A un certo punto, Aiolia viene assegnato alla protezione di Shaka della Vergine, mentre il Santo entra in una profonda meditazione per scacciare i mostri diabolici che la presenza dei Titani sulla Terra avevano risvegliato.

Affronta poi Koios per la prima volta. Durante la battaglia, sconvolto dalla potenza del Titano, vede lo spirito di suo fratello che gli offre parole di conforto e incoraggiamento. Questo gli dà la forza di scatenare il "Photon Burst", un attacco che Aiolos (una volta suo mentore) gli consigliò di non utilizzare mai. Con esso, sconfigge Koios e avrebbe distruttoanche se stesso se non fosse stato per l'intervento di Iperione. Aiolia dedica la tecnica a suo fratello, dicendo che è stato il Cavaliere del Sagittario ad inventarla per proteggerlo.

Aiolia mostra ancora una volta dopo il suo coraggio mentre combatteva Kronos, il re Titano, la seconda volta i Titani invadono il Santuario.
Declama in quella circostanza la sua convinzione che l'umanità non è inutile e che i Titani non hanno alcun diritto di interferire con la loro vita.

Nonostante ciò verrà strumentalizzato e condotto nel Labirinto Tempo dove ridonerà la memoria al Re dei Titrani. Dopo che Giapeto rapisce Lithos, Aiolia non esita a seguirlo nel dominio dei Titani, dove non si scontra solo con Giapetos e Themis (per la seconda volta), ma anche Ponto, Koios (che gli affida il potere del "Keraunos"), Hyperion e Kronos.

Anche se la serie originale non menziona alcuna particolarità su Cosmo Aiolia, in Episode G è ritratto come natura elettrica e strettamente legato al Cosmo dello stesso Zeus.