Buonasera, o girovaganti del forum che vi siete imbattuti in questa recensione. Oggi vi catapulterò nell'epoca 2000, dove emersero maghette e robot a gogo, più precisamente per noi italiani l'anno corretto è il 2004, perché esce *rullo di tamburi*:

L'invincibile Dendoh! (o Gear Senshi Dendoh per i giapponesi... *bisbiglia*)
Gear Fighter Dendoh!Al centro: i protagonisti Ginga (sinistra) e Hokuto (destra). Dietro: Eris, Kirakuni e Aiko (sinistra), il direttore Shibuya e la signorina Vega (destra). Sotto: Otome e Jupiter.


Avevo circa 8 anni all'epoca. Mi svegliai e come di consuetudine accesi la tv su Rai Due per vedere i cartoni animati, quando mi imbattei in... questo. Da quel giorno la mia vita cambiò e decisi che questo sarebbe stato il mio anime mecha preferito in assoluto (sì, secondo me batte: Gundam, Nadescico, Gurren Lagann, Mazinger Z... tutti, fatevene una ragione). Solo dopo molti anni, quando maturai in una vera otaku, scoprii di essere la sola in Italia (o per lo meno con chi ne ho parlato) ad esserne appassionata...
Spoiler:  





Storia:


Le vicende narrano di due ragazzi undicenni, Hokuto Kusanagi e Ginga Izumo; il primo, appena trasferitosi nel distretto di Hoshimi, s'imbatte nel secondo durante una visita alla scuola grazie al cane Jupiter. Solo più tardi scopriranno di essere vicini di casa. I due non si dimostrano molto simpatici l'uno all'altro: Hokuto è più riflessivo e pacato, mentre Ginga è decisamente impulsivo e vivace. Proprio quello stesso giorno, la città viene attaccata dalle bestie meccaniche Gulfer. I due giovani intenti a scappare, si ritrovano, per un motivo o per un altro, a pilotare il Gear Fighter Dendoh, un robot alto 25 metri, dal peso di oltre 400 tonnellate (wikipedia spacca! ). Riescono a vincere i cattivi solo grazie all'intervento della signorina Vega, una donna mascherata vicecapitano della GEAR, che spiega loro come comandare Dendoh attraverso i Gear Commander, delle interfacce che permettono di inserire i comandi del robot.
Alla fine della lotta, vengono portati all'hangar, sotto un parco divertimenti. Il giorno dopo i due si accordano di scoprire la verità, ma vengono condotti alla Sede Centrale della GEAR dal signor Kirakuni. Scoprono così di essere i piloti scelti da Dendoh e che il loro compito è recuperare le Sette Armi Elettroniche (Data Weapon). Con qualche incertezza iniziale, entreranno a far parte dell'organizzazione GEAR e combatteranno contro l'esercito meccanico dell'imperatore Gulfer.
Man mano che la storia procede, apparirà un secondo robot, il Gear Knight Ogre, pilotato da Arthea principale antagonista nella prima parte della serie che poi si volterà al bene. Si scoprono inoltre i vari misteri che attorniano Dendoh e le Armi Elettroniche, tra cui la vera identità e storia della signorina Vega e del destino del pianeta Alktos da cui i Gulfer deriva.


Personaggi: essendoci molti personaggi nella serie, vi sintetizzo i protagonisti e gli antagonisti, saltando molti dei personaggi secondari (scusatemi, ma la lista è davvero lunga...)
Ginga Izumo:
uno dei due piloti scelti da Dendoh. Ha undici anni ed è un ragazzo immaturo ed impulsivo. Tra i due piloti è spesso il "braccio", ovvero il più combattivo e attivo in battaglia. Pratica il Kempo nel dojo di sua madre e buona parte delle abilità combattive di Dendoh (come il calcio del vento impetuoso) sono opera della sua esperienza. Ha una sorella minore di nome Otome ed è fan del gruppo musicale C-DRiVE.
La prima Arma Elettronica che catturerà sarà Leone Cerchiato (Leo Circle), seguita da Cinghiale Corazzato (Gatling Boar). Dopo la distruzione della della base Rasenjo stanziata sulla Luna (a metà della serie), Arthea gli donerà Toro Infuriato (Bull Horn). Alla fine otterrà la Settima Arma Elettronica: Antica Fenice (Phoenix Yell). Il suo Gear Commander è blu e nella seconda metà della serie, piloterà Dendoh da solo.
Il suo nome viene scritto col kanji specifico di galassia.

Hokuto Kusanagi: uno dei due piloti scelti da Dendoh. Ha undici anni e si è appena trasferito nel distretto di Hoshimi. Tra i due piloti lui è la "mente": più riflessivo e tattico. Amante del calcio, lo pratica ed ha un cane di nome Jupiter.
La prima Arma Elettronica che catturerà sarà Unicorno Perforante (Unicorn Drill) seguito da Drago Infuocato (Dragon Flare), mentre la terza Vipera Insidiosa (Viper Whip) gli verrà donata da Arthea, dopo la sconfitta della Rasenjo. Assieme a Ginga e Arthea catturerà la Settima Arma Elettronica Antica Fenice. (Phoenix Yell). Il suo Gear Commander è nero e dopo il ricovero di Arthea a seguito della battaglia contro Rasenjo, Hokuto piloterà Ogre fino alla battaglia finale.
Il suo nome ha derivazione dal nome giapponese dell'Orsa Maggiore.

Elis Willamette: è una bambina americana di undici anni dai capelli rossi e gli occhi verdi. È un genio del computer, già laureata al Massachusetts Institute of Technology venuta a lavorare alla Gear per cercare le armi elettroniche con uno speciale programma. Frequenta come copertura la stessa classe di Hokuto e Ginga. Ha una un'ossessione per i conigli della scuola.

Vega/Orie Kusanagi: Vega, Vicedirettore della Gear, compare come una donna con un vestito attillato capelli biondi e una maschera che combatte equipaggiata di una moto (in grado di fare enormi salti, correre sull'acqua e di sparare missili) una frusta e una serie di trottole esplosive. Nasconde l'identità di Orie Kusanagi, madre di Hokuto, moglie di Keisuke, figlia adottiva di Minoru Sayonji e sorella di Arthea, principe di Alktos, che cerca la sorella da molto tempo. Vega in realtà è la principessa della civiltà di Alktos da cui è arrivata sulla Terra con l'astronave METEO. Originariamente lei e Kirakuni dovevano pilotare Dendoh.
Il suo nome è un riferimento alla stella Vega della costellazione della Lira, una delle due protagoniste della leggenda di Tanabata.

Arthea: principe della distrutta Alktos, che per diciotto anni crede di esserne l'unico sopravvissuto, dopo la guerra contro le macchine. E' il fratello maggiore di Vega, ma a causa di un lavaggio del cervello da parte dell'Imperatore Gulfer, la combatterà. Pilota Ogre grazie al Gear Commander bianco. La prima Arma Elettronica catturata è Vipera Insidiosa (Viper Whip), seguita da Toro Infuriato (Bull Horn) che cederà a Hokuto e Ginga, dopo aver combattuto per salvarli da Gurumei. Nella seconda parte della serie sarà inizialmente in coma, poi si unirà alla GEAR e sara il comandante della missione per distruggere definitivamente Gulfer. Durante l'ultima battaglia piloterà Ogre e otterrà l'Antica Fenice (Phoenix Yell), distruggendo definitivamente Zero.

Susumu Kirakuni:
originariamente era Kirakuni a dover pilotare Dendoh con la signorina Vega. Dopo la scelta di Dendoh, piloterà il Cell Fighter e il Cell Booster, veicoli progettati dalla Gear per supportare Dendoh in combattimento sparando con dei laser (per il Cell Fighter) o con dei missili (per il Cell Booster) per distrarre il nemico e sparare le Iper-pile per Dendoh e, successivamente, per Ogre. Verso metà serie, dopo che i suoi genitori hanno organizzato l'incontro prematrimoniale, sembra nutrire dei profondi sentimenti, per altro ricambiati, per Aiko Asano, operatrice di classe A. A fine serie i due sono fidanzati ufficialmente.

Subaru: ragazzo di Alktos rapito dai Gulfer quando era in fasce con lo scopo di farlo diventare il successore di Arthea come pilota di Ogre. Compare per la prima volta dopo lo scontro di Arthea con Dendoh, quando ne uscì vincitore il secondo. Inizialmente c'è l'ha a morte con Hokuto e cerca di sottrargli Ogre, ma lo rapisce e lo sottopone allo stesso condizionamento di Arthea. I due legano e Subaru si rende conto di non essere figlio di Gulfer e fratello di Arthea, ma di essere un umano a quel punto passa dalla parte della GEAR e durante lo scontro finale prima pilota il Baruara (Walhalla) con la signorina Vega e poi aiuta i superstiti di Alktos a salvarsi.Il suo nome letteralmente significa "sette stelle" ed è usato per indicare le Pleiadi.

Armi Elettroniche: Le Armi Elettroniche (Data Weapon) sono sette bestie elettroniche (più il Grande Re Kiba o Kiba Striker), considerate dagli abitanti di Alktos come divinità (sono menzionate nelle leggende come i "Sette Numi"), che possono trasformarsi in armi. Queste possono essere salvate sul Gear Commander (Save File) e installate sul robot (... Drive, Install), aumentandone forza distruttiva e velocità fino a ottanta volte per ogni arma. Possono essere anche liberate tramite il caricamento file (File Load), in quel caso combatteranno al fianco del robot. Le armi elettroniche possono stringere un patto con gli esseri dotati di anima, quindi non i Gulfer, in base a criteri diversi per ognuna. Ogni arma elettronica, dopo essere stata installata consente di sferrare un potentissimo colpo, l'attacco finale (Final Attack). Dato che questo costa moltissima energia, può essere sferrato una volta sola per paio di iper-pile. Inoltre ogni arma elettronica può fungere da chiave per liberare una delle capacità segrete di Dendoh e Ogre.

Antagonisti:


Gulfer: enorme computer costruito dagli abitanti di Alktos con lo scopo di controllare il clima e l'ecosistema del pianeta. Impazzisce e si convince di essere il padrone dell'universo, si nomina imperatore del pianeta e crea un esercito meccanico che stermina quasi tutti gli abitanti di Alktos. Dall'aspetto di un muro scuro con lunghissime linee che ricordano la figura di un ragno; sotto forma di gulfer appare come un colossale Idra meccanico. Verrà distrutto da Ginga e Hokuto con Dendoh armato di una spada nata dalla fusione di tutte le Armi Elettroniche (evidente riferimento a Yamata no Orochi, leggendario serpente giapponese simile all'Idra di Lerna).


Zero: è il tutore di Subaru e seconda metà di Gulfer, in grado di interagire col mondo esterno. Si trasforma in uomo calvo che indossa un completo bianco con un segno simile ad una fiamma sulla fronte. Nella sua forma di gulfer è una sorta di gigantesco robot bianco di aspetto semi-antropomorfo che si muove a bordo di un veicolo il "Vector" con il quale si può fondere. Se viene distrutto si rigenera come un'Arma Elettronica in quanto è solo una metà dell'imperatore; i 2 devono essere distrutti assieme per venire sconfitti. Verrà distrutto da Arthea con Ogre, mentre Dendoh distrugge l'imperatore.


Rasenjo: nemico principale nella prima parte della serie. Sono giganteschi Gulfer che controllano le omonime astronavi, per l'invasione dei pianeti a forma di vite. Quello inviato per invadere la Terra, che si stabilisce sulla Luna, viene distrutto da Ginga e Hokuto ai comandi di Dendoh e Ogre. Secondo Arthea, l'impero Gulfer dispone di almeno 1000 Rasenjo sparse per tutta la galassia, alla fine della serie vengo richiamate tutte per l'invasione della Terra.


Abzolto: primo dei tre generali della Rasenjo sulla Luna, manda un chip sulla Terra per cercare le Armi Elettroniche. Ha un aspetto di un robot semi-antropomorfo e dal corpo estremamente sottile e argentato; è in grado di fondersi con qualunque elemento e di liquefarsi. Viene distrutto da Ginga e Hokuto. Il suo chip sotto forma di Gulfer è identico al corpo principale solo più piccolo; in forma umana è invece un uomo vestito di bordeaux con i capelli rosa, molto più simile a una donna che ad un uomo, alla fine di ogni frase ripete Amici.


Gurumei: secondo dei tre generali della Rasenjo sulla Luna, manda un chip sulla Terra per cercare le Armi Elettroniche. Ha un aspetto di un robot semi-antropomorfo dal corpo estremamente tozzo e dorato in grado di creare uno spazio energetico che può essere distrutto soltanto da un attacco finale e impedisce di usare le armi elettroniche al suo interno. Viene distrutto da Ginga e Hokuto ai comandi di Dendoh e da Arthea ai comandi Ogre. Il suo chip indossa un completo verde calvo con un curioso ciuffo in mezzo alla fronte e baffetti; alla fine di ogni frase ripete Giusto.


Witter: terzo dei tre generali della Rasenjo sulla Luna, manda un chip sulla Terra per cercare le Armi Elettroniche. Ha un aspetto di un robot semi-antropomorfo dal colore bronzeo si separa in mille pezzi per attaccare il nemico. Il suo chip ha un vestito che ricorda "l'incrocio tra un rapper ed un pirata" che alla fine di ogni frase ripete Appunto.




Opening e Ending
: l'opening è W-Infinity ed è l'unica utilizzata in tutti i 38 episodi. Le ending invece sono 2: COUNT DOWN delle Little Voice e Brand New Mermaid delle C-DRiVE (ep. 20-21). In Italia la sigla utilizzata è "L'Invincibile Dendoh" dei Raggi Fotonici.

Seconda versione animata dell'opening W-Infinity, non rilasciata in Italia.
Spoiler:  



Parere personale:
Mi è sempre piaciuto questo anime per il semplice fatto che essendo un mecha, non è poi così complicato o ha trame intrecciatissime come Gundam o altri. E' molto semplice, non esageratamente pesante e anche stimolante, perché tratta di temi come l'amicizia e la speranza in maniera naturale, senza forzature. Inoltre la trama è fluida e concreta, nonché abbastanza originale, perché non si pensa che i robot possano "legarsi" agli esseri umani (come accade per le armi elettroniche). I personaggi sono ben sviluppati psicologicamente e l'animazione è fantastica per essere del 2000 o per lo meno i movimenti robotici sono fattibili, il che è importante in un anime di questo genere. Quindi è un anime adatto a tutte le età e che può essere sempre ben apprezzato.
Spoiler: