Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Il saint metafisico

  1. Top | #1
    Allievo
    Data Registrazione
    22-05-2017
    Messaggi
    7
    Cosmo
    20
    Taggato
    0 Post(s)
    Leone
    tsubasa è offline

    Il saint metafisico

    Buonasera a tutti,da grande fan di Saint Seiya ho voluto provare a scrivere un racconto,vi pubblico i primi capitoli


    1


    Aprii gli occhi..a guisa di quando non sai l'ora ne quantomeno il giorno,mi alzo..quasi inciampo,non riesco ancora a mettere bene a fuoco,cosa ho colpito?crolla il pavimento..no e' una sensazione,avverto un giramento di testa,d' un tratto mi ritrovo catapultato su in soffitta con una cospicua quantità di libri dalle copertine sbiadite,senza età come si vedevano nei film degli anni 80 che tanto amo..e dire che potrei farne un museo di questa soffitta pensai tra me e me..la mia attenzione fu catturata da un manga dai colori molto accesi,scoppiai quasi in lacrime quando lo presi. La nostalgia era il sentimento che permeava l' intera stanza,era come se questa sensazione non fosse solo tale ma qualcosa di più concreto e reale..la sentivo addosso,talmente tanto che iniziavo a fantasticare sulla presenza di qualche entità,varie volte avevo sentito,fin dall'infanzia..l'energia scaturire dalle persone,dono o condanna ? Questo non lo potevo sapere (ancora no),mi sedetti e appoggiai solo per un secondo il manga sul pavimento ma dopo un secondo avvertii l'irresistibile bisogno di riprenderlo,stavo diventando pazzo o cosa ?? al suo contatto riprese il mio capogiro e caddi. Mi ritrovai in quello che avrei potuto definire un tempio di stile greco..si senza dubbio,era così..appena i miei occhi riescono a mettere bene a fuoco noto quella che ben conoscevo in un mondo che amavo e su cui avevo fantasticato da sempre..un'armatura..si senza dubbio,era un armatura d'oro dall'aspetto irreale però,non sembrava essere realmente presente in quel luogo,sembrava danzare in vari livelli di universi,sette ne contai! Poi una voce mi arrivo' sublime e al tempo stesso decisa...Benvenuto alla sesta casa!


    2


    Il nome panico e terrore ne pronosticano l'identità..un volto coperto ma maestoso nella sua possanza,dietro di me una voce.. grande sacerdote eccomi come da voi richiesto...Benvenuto ioria..mi sentii raggelare. Stavo rivivendo una delle scene che più mi aveva colpito,non so se la mia presenza e' captata ma a frugare ogni dubbio e' la tranquillità di una mano sulla spalla che soavemente mi dice di restare in sintonia...l'universo di Saint seiya non e' stato creato per essere ermetico..di fantasia e volontà esso e' costituito e da ciò può essere modificato,sta a te grazie al mio aiuto espandere tutta l'energia che hai accumulato ogni qualvolta hai letto delle nostre gesta,gia dalla prima volta che hai provato queste emozioni in quel lontano 1986 io ero presente..per un cavaliere il tempo e lo spazio sono solo una mera foglia che labile si posa sulle mani di chi come te fa del proprio io il mondo a cui tutti aneliamo..un mondo dove ho sempre sperato di risiedere una volta che le sofferenze umane saranno terminate. Tu hai questo potere..quando te ne sarai reso conto torna al mio cospetto,torna alla sesta casa dove il cavaliere di Virgo approverà il tuo operato e guiderà la tua mano


    3




    Il solo tocco della sua mano sulla mia spalla mi riporto' nella stanza in cui ebbe inizio tutta questa storia,rapidi cambiamenti di umore simili a onde anomale vessavano di continuo il mio equilibrio mentale,mi sentivo smarrito e non riuscivo a prendere le misure "psicofisiche" di fronte a tutto l'insieme di cose che mi stava rapidamente accadendo,di certo un sogno non ti lascia strascichi nel tuo inconscio così devianti! Certo e' che ho sempre sognato di far parte di un universo così grande e solo parzialmente esplorato come quello dei cavalieri,in questo caso però il sentimento terreno del "non fidarmi" prevale va su tutti. Passo' un ora forse o più,le luci arancioni del tramonto iniziavano a farsi spazio dentro la stanza,non sarei andato via finché non avrei scoperto qualche briciolo di verità. Ero girato di spalle alla finestra quando una luce simil oro penetrò la stanza e anche le mie difese psicologiche,l'incubo stava tornando,allora perché stavolta non provavo più timore e angoscia ?quella luce era portatrice di benessere...abbandonati all'Eufonia! Ecco le parole che mi fecero trasalire..ancora una volta dei termini che avevo sentito solo in quell' universo..così feci..mi abbandonai e mi ritrovai in un deserto dalle mille dune dorate,un ombra si palesa accanto a me..Salve "giovane del futuro"! Del futuro ? Apostrofai la sua frase come a dargli ancora più significato. Questo non e' un sogno,noi trasmettiamo le nostre parole e pensieri attraverso onde elettromagnetiche attraverso i nostri cosmi,noi trasmettiamo onde cerebrali che entrando in sintonia con le tue formano la realtà che vedi..ma io vedo solo un deserto! Devi abbandonarti all'Eufonia ripete'..noi siamo tanti e viviamo qui,siamo alcuni dei cavalieri che tanto ami..la gente non crede più nei sogni,hanno luoghi del cuore ma non sanno fare posto nel loro di cuore a questi,noi vogliamo che tu faccia risplendere qui in questo deserto la luce della verità..questo che vedi e' un deserto ma non e' vuoto invano..lascia dentro di te poco spazio a paure,angosce e timori e vedrai che questo posto inizierà a diventare "altro",fa che dentro di te non valga il detto "fa più rumore un albero che cade piuttosto una foresta che cresce"! Prima di lasciarti lascia che mi presenti:sono l' ultimo gran sacerdote,il mio nome non lo ricordo più,tutti mi hanno dimenticato,un nuovo nome me lo darai tu,affido a te l'armatura che dovrai indossare in questa vita..l'armatura che fu mia sin dalla notte dei tempi,l'armatura dell'oracolo del sud! Cancella l'aridita' di questo deserto!


    Cap.4


    Dammi un nome,ma solo alla fine del "viaggio"! Se accetti di compierlo e di salvare la nostra realtà comincia da qui il tuo viaggio iniziatico,subirai una lenta trasformazione e il deserto ti costringerà a stare da solo con te stesso,non per nulla e' quello sahariano,il più esteso e arido che esista,dovrai lottare con l'ambiente esteriore,disconoscerti e accettare le regole imposte dall'esterno,un esperienza mistica,una guerra esteriore che diventerà interiore,una esplorazione della coscienza,grazie alla quale ti arriveranno dei messaggi destinati al tuo inconscio..sappi che questo deserto e' solo una metafora per uno stato esistenziale,il tuo..che sei paralizzato dalla paura,bloccato senza andare avanti,e' stata la tua mente ad identificarmi come il vecchio grande sacerdote,probabilmente e' una figura a cui ti sei aggrappato rendendola reale per un riferimento fisico ma solo tu dovrai scoprirlo,per ora pensa che sono la voce del pensiero razionale,ti affido attraverso questa armatura la possibilità di abbandonare la fiducia nella ragione e di arrivare alla scoperta di te stesso..incontrerai altri cavalieri attraverso questo deserto,personaggi che devono farti capire perché ti trovi in questa situazione...ora tutto mi sembrava quantomeno plausibile..mi trovavo ad affrontare una sfida da vincere con i miei demoni interiori che stavo per trasformare sotto forma di cavalieri! Sono solo..l'ex grande sacerdote sembra essere scomparso ma una scritta sulla sabbia mi ricorda della sua presenza attraverso in monito: Solo dentro di te! La rilessi per una decina di volte..quanti significati poteva avere ?! Innumerevoli,lo ringraziai per quel gesto e mi misi in viaggio,dopo pochi metri ecco che scorgo una figura,fissa quasi immobile ma che non mi incuteva timore,mi fermo,si avvicina..Benvenuto cavaliere..eppure non avevo ancora indossato l'armatura del l'oracolo del sud,la figura che avevo di fronte già mi riconosceva come suo legittimo proprietario..Salve cavaliere,sono il tramite di questo universo,per superare questa "fase" dovrai essere sottoposto a una prova..ma ricorda se ci riuscirai ben altre 11 fasi ti aspettano mi disse,bene 12 fasi x dodici cavalieri proprio come al grande tempio,ora non restava che indossare l'armatura e trovare dentro di me la forza proprio come mi aveva lasciato scritto l'ex sacerdote..Posai lo scrigno sulla sabbia..puntai il dito su di esso e un energia magnetica fuoriusci' attraendomi all'armatura che indossai all'istante..inizia la trasformazione!

  2. Top | #2
    Allievo
    Data Registrazione
    22-05-2017
    Messaggi
    7
    Cosmo
    20
    Taggato
    0 Post(s)
    Leone
    tsubasa è offline

    Re: Il saint metafisico

    Cap 5


    Un cosmo immenso ora avvertivo dentro e fuori di me,dovevo ancora imparare a controllarlo ma forse grazie ad esso sarei riuscito a superare il primo ostacolo! L'armatura era di un color blu brillante e alla vista mi dava forza,aveva la forma simile a quella che ricordavo appartenere ad Artax ma dalla colorazione diversa,la differenza sostanziale era che sui coprispalla c'erano due teste chr simboleggiavano l'oracolo che avevo visto soltanto in vecchio film ma tanto caro ai miei ricordi.Chi sei domando alla presenza che mi di era palesata di fronte.Kairos e' il mio nome,è una parola che nell'antica Grecia significava "momento giusto o opportuno" o "momento supremo". Gli antichi greci avevano due parole per il tempo, χρονος (chronos) e καιρος (kairos). Mentre la prima si riferisce al tempo cronologico e sequenziale, la seconda significa "un tempo nel mezzo", un momento di un periodo di tempo indeterminato nel quale "qualcosa" di speciale accade. Ciò che è la cosa speciale dipende da chi usa la parola. Chi usa la parola definisce la cosa, l'essere della cosa. Chi definisce la cosa speciale definisce l'essere speciale della cosa. È quindi proprio la parola, la parola stessa, quella che definisce l'essere speciale. Mentre kronos è quantitativo, kairos ha una natura qualitativa.Spiegazione fin troppo dettagliata per chi dovrebbe essere un nemico pensai.Cavaliere! Esclamò,riesco a percepire i tuoi dubbi ma ti ricordo che qui non esistono nemici nel vero senso della parola ma solo cavalieri che simboleggiano le tue paure interiori..ti metteremo alla prova,innumerevoli volte,io rappresento l'immagine del non accettare le regole esterne come una cosa inevitabile,devi conoscere il tuo vero io non sottoposto ai condizionamenti esterni,ma soprattutto devi cambiare la tua concezione del tempo che a quanto vedo e' "deterministico" basato sul principio di causa-effetto...io ho il potere di mandarti in una dimensione dove non esiste il materialismo di chi crede che lo scorrere del tempo sia solo una somma di ore e di anni ma un eterno momento d'elisio,ora preparati a ricevere il mio colpo...cosa sarebbe accaduto ora ?



    cap 6


    Momento supremo ! A questa sua esclamazione seguita dopo avermi lanciato il colpo con il palmo della mano mi trovai come tanti nemici di saga nella dimensione oscura..la voce di kairos giunse a me attraverso l'armatura..questo e' un portale ultimo della coscienza grazie al quale potrai accedere a qualsiasi momento della tua esistenza,era come se tutti i momenti della mia vita fossero sovrapponibili in un eterno presente..riuscivo a stento a parare i colpi che mi giungevano da delle allucinazioni di "fantasmi del tempo" dal mantello simile a quello dei cavalieri resuscitati da Hades,usavo le braccia,il resto del mio corpo era paralizzato,le facevo ruotare.."entra in sintonia con il tuo cosmo" mi grido' Kairos,le allucinazioni che vedi sono una rielaborazione del tuo passato,cerca di cambiare il tuo passato nel presente per farlo diventare futuro ! Mi sento intrappolato in un loop spazio-temporale che devo assolutamente spezzare,devo usare per la prima volta il mio colpo..ma come ? Devo ancora scoprirne il come lanciarlo e anche il suo nome! Cercai di far esplodere il mio cosmo,ora ardeva più forte di prima..A questo punto mi tornarono in mente le parole della mia guida.."solo dentro di te" e il tutto zampillo' improvvisamente...Illuminazione dell'anima! La trasformazione era avvenuta..quella dimensione era stata spezzata in tante piccole parti,era stata possibile solo attraverso la liberazione dei mie costrutti mentali,avevo riplasmato lo spazio e il tempo all'interno di me per cambiare quello che c era fuori ! Ora Kairos era di nuovo di fronte a me nella stessa posizione in cui era rimasto mentre mi aveva lanciato il colpo...cosa voleva significare?








    Capitolo 7




    Vai pure cavaliere esclamo', la prova era stata superata! Altrimenti non mi sarei trovato in un altro scenario così repentinamente! La vista mi appariva sfocata,probabilmente a causa della distorsione temporale di qualche minuto prima...aspettai qualche istante con gli occhi chiusi prima di rendermi conto che ero in un bosco verdissimo e la mia mente andò subito alla foresta in cui per la prima volta i cavalieri di Atene vennero a conoscenza dei guerrieri di asgard,mi rialzo pian piano e vedendo chiaramente ciò che avevo di fronte ebbi come un senso di smarrimento..non era una foresta ma un vero e proprio bosco con strane entità che fluttuavano nell'aria,il mio istinto non le percepiva come negatività anzi mi instillavano una buona dose di serenità..ecco una voce: non hai paura di questi esseri simili a fate e gnomi ?ilo ne sono il signore ! Stentavo a credere ai miei occhi,conoscevo benissimo chi avevo di fronte! Era quel cavaliere che aveva tradito Hilda polaris prima nella sua anima e poi volendo approfittare dell'anello del nibelungo voleva assogettare asgard prima,Atene poi e infine il mondo intero,vedendolo davanti a me mi sarei aspettato di avere intorno più che fate e esseri di questo genere teschi e teche viola...so cosa stai pensando mi disse Alberich,quante domande avrai ?lascia che ti dica una cosa..non faccio parte delle tue fasi a caso,devi pensare che fasi che devi superare vengono usate per creare le "favole alchemiche",che siano per te un viaggio iniziatico per trasformare la tua coscienza,non avere timore di me,tutto quello che hai visto e letto di me fa parte di quelli che pensano che la storia e' fatta soltanto dai vincitori,ma non e' così,non sempre,ora lascia che ti spieghi... Alberich è un nano dotato di poteri magici appartenente alla mitologia e delle saghe epiche francomerovinge nate intorno al V-VIII secolo dopo Cristo. Il nome significa letteralmente re degli elfi, ma è conosciuto anche come re dei nani. Possiede la capacità di rendersi invisibilegrazie ad un cappuccio fatato o ad un elmo creato dal fratello Mime,gli è un nano che protegge il tesoro dei Nibelunghi e che viene sopraffatto da Sigfrido. Questa e' la mia storia,ebbene si mime era mio fratello e all'alba dei tempi venni ucciso da Sigfrido il quale ha assunto il primato nel cuore della nostra regina,ecco il motivo dei nostri continui scontri,anche a palazzo mi ha sempre sfidato anche solo con lo sguardo,ora però e' giunto il tempo che iniziamo a combattere cavaliere...non ti rinchiudero' in nessuna teca..qui sono molto più potente e non ho bisogno di utilizzare certi espedienti..preparati a ricevere IL POTERE DEL NIBELUNGOOOO


    Capitolo 8




    "Potere del nibelungo" grido' Alberich e dopo una frazione di secondo mi ritrovai catapultato in una dimensione che a prima vista veniva ancora prima di quella che ho sempre chiamato "medioevale" ,in questo caso era addirittura "ancestrale",strane forme di scintille simili a fuochi fatui vorticavano nell'aria! Ero stato trasportato li in meno di un secondo ma in un tempo sufficiente a farmi domandare come poteva Alberich padroneggiare l'uso del potere del nibelungo?! In questa realtà era forse riuscito ad ottenere il tanto,da lui,anelato anello?! Non mi fu dato tempo di darmi una risposta,un guerriero alto e dal fisico a dir poco muscoloso si ergeva ora davanti ai miei occhi...conoscevo anche lui ! Si senza ombra di dubbio alcuno..era Orion,favorito di Hilda,c'era una differenza però..era intento a forgiare qualcosa con un grosso martello simile a mjolnijr,mi porge la mano e io prontamente l'afferro...Benvenuto cavaliere,il mio nome e' Sigfrido e sono il guerriero senza punti deboli che ben conosci!



    Capitolo 9


    Ora capivo tutto..non era Orion ma il guerriero da cui aveva avuto in dono l'armatura,Sigfrido..colui che uccidendo il drago leggendario e avendosi cosparso il corpo del sangue di quest'ultimo era divenuto invincibile! Alzati cavaliere..la sua voce sembrava più una invocazione alla battaglia,ti trovi in questo antico villaggio dimensionalmente parallelo al bosco in cui si trova ora Alberich,sto preparando per te un dono:la fase alchemica in cui ti trovi ora e' quella della paura,qui ti sarà mostrata sotto forma di giganti e di dei antichi che vorranno indietro quello per cui Alberich sta lottando:il loro anello! Quindi ai nibelunghi non interessa la realtà in cui mi trovo ora feci tra me e me! E subito due giganti dall'aspetto cupo e bellicoso tentarono di afferrarmi ma grazie alla mia armatura riuscivo a prevedere i loro movimenti. Vedo che il potere dell'oracolo inizia ad esserti familiare disse Sigfrido..ma lascia che ti aiuti..se mi trovo qui e' per un motivo soltanto:farti dono di tharnhelm,il leggendario elmo magico che ti consentirà di mutare forma e diventare invisibili,prontamente me lo lancio' e lo indossai con ardore e padronanza,grazie anche al cosmo di Sigfrido,il un lampo lanciai il mio colpo:Illuminazione dell'animaaaa! Mi ritrovai alle spalle di Alberich dopo aver "spezzato" l'altra dimensione,gli ero alle spalle,riuscivo però a vedere una scena che temevo potesse essere reale,indossava l'anello! Tutte i discorsi su :" la storia la fanno i vincitori" che tanto vituperava erano l'ennesimo modo di farsi scherno della fiducia altrui..dovevo fermarlo ma benché fossi ancora invisibile grazie all'elmo concessomi da Sigfrido non potevo colpire un nemico alle spalle.Alberich aveva un ghigno stampato in volto che non prometteva nulla di buono,non avevo tempo di pensare,in un attimo mi spostai di qualche metro, senza risultato alcuno però..Alberich aveva prontamente ascoltato i miei passi stava già ripuntando l'anello contro di me..mi aveva scoperto anche se ero invisibile..evidentemente aveva sviluppato la sua malignità e questo aveva accresciuto in lui il senso dell'accortezza.Un fascio di luce fuoriusci' dell'anello del nibelungo ma stavolta parai il colpo e come in preda allo spirito del guerriero Sigfrido mi lanciai,caricando tutta l'energia che era dentro di me nel corno dell'elmo magico,il quale penetrò l'anello dividendolo in quattro parti!


    Capitolo 10




    L'anello del nibelungo era stato distrutto e con esso anche l'alchemica e relativa dimensione. Ebbi qualche minuto di tempo,seppur in condizioni critiche,di riposo,durante il quale i miei pensieri erano già proiettati verso il mio prossimo obiettivo che non tardo' a palesarsi,li davanti ai miei occhi le dune formavano dapprima un onda ma in brevissimo tempo era come se stessero plasmando qualcosa,anzi tutto il deserto stava mutando in pietra...in rapida successione 12 templi furono eretti,ma certo ! Erano le gloriose 13 case dello zodiaco! Avanzai con timore misto ad eccitazione finché non giunsi innanzi alla prima casa,non ebbi il tempo di chiedermi quale fosse il mio destino che sprofondai letteralmente sotto di esse. Mi ritrovai in una piccola stanza con delle stalattiti al soffitto,simili a quelle che i 5 bronzi trovarono nei sotterranei della casa di sagitter! L'aria era molto pesante,a stento respiravo,l 'atmosfera di oppressione fu interrotta,ma non acuita anzi,dalla visione di una maschera appesa ad un effigie che ben ricordavo..quel volto femminile che era stato il tormento e l'estasi di Phoenix..si senza alcun dubbio,la maschera appartenente al padre di Esmeralda poggiava sul ritratto di quest'ultima! "Chi saresti cavaliere? Non riconosco la tua armatura tra le 88 narrate dalla leggenda sin dalla notte dei tempi!" Quale voce aveva pronunciato quelle parole ? La risposta non tardo' ad arrivare..un uomo alto,dal fisico possente condito da miriadi di cicatrici era davanti ai miei occhi non più increduli..."Sono Apodis,ma forse il maestro ha semplice etichettato il mio nome come Guilty!


    Capitolo 11


    Il maestro ?Di quale maestro parli risposi..Di solito ci si presenta prima mi redargui'..ma non ha importanza,per essere comparso qui all'improvviso hai sicuramente una missione che merita di avere una spiegazione da parte mia..so per certo che tu insieme a tutti quelli che hanno amato la nostra epoca credono che Guilty sia semplicemente un emissario di Saga,in parte e' vero ma la storia e' molto più complicata..il posto in cui ti trovi si trova sotto le dodici case e non solo,come tutti pensano sotto la casa di aiolos,questo e' un passaggio segreto fatto costruire da un anziano maestro del popolo dell'isola di Mu,il quale credeva che per bilanciare il grande potere di Athena situato alla tredicesima casa e diviso per ogni cavaliere d'oro sotto forma di settimo senso vi fosse bisogno di una controparte "oscura",senza la quale l'immenso potere dei cavalieri d'oro comandati dalla dea Athena avrebbe distrutto qualsiasi cosa che si trovasse nei paraggi,controllare un potere simile non e' facile,specie quando non ci sono motivazioni valide come una guerra santa! Il passaggio segreto era l'oscurità contrapposta alle 12 case che simboleggiano la luce del sole! Ma una maledizione vegliava si chi si fosse intromesso senza valida motivazione. Approvazione che non chiesi al gran sacerdote quando cercai di salvare mia figlia Esmeralda,la quale si era impropriamente addentrata in questi sotterranei complice la sua ingenuità nel seguire un cosmo oscuro che la trasse in inganno,solo dopo alcuni anni capii che Saga l'aveva assoggettata..e' stato per salvarla e non farla morire che mi presi la colpa è da allora sono stato sempre marchiato come simbolo di tradimento! Il mio volto fu trasfigurato da gemini in persona dopo avermi sottoposto a varie torture,fui mandato sul posto più sofferente del mondo,l'isola della regina nera per creare un nuovo impero del male,mi fu data la maschera indonesiana chiamata "rangda" che serviva ad essere il sigillo dell'isola e che avrebbe impedito ai cavalieri nera di scappare da essa,i cavalieri neri..loro erano la reincarnazione dei 5 cavalieri scelti da Athena,loro controparte oscura proprio come il passaggio segreto al grande tempio,anche saga lo stava attraversando quando la sua trasposizione alla terza casa fu sconfitta da Shun,fu fermato dal suo lato buono..fui plagiato dal demone dell'oscurità e costretto ad uccidere mia figlia durante l'ultima prova di investitura a cavaliere di Ikki,prima ero un nobile cavaliere,appartenevo alla costellazione dell' uccello del paradiso,la mia armatura era di bronzo e richiamava molto quella di Ikki,cercavo solo di trovare solo la libertà,e quale migliore prologo alla mia vita poteva essere quella di morire per mano di un cavaliere dal cuore puro? Solo dopo dal paradiso dei cavalieri ho seguito Ikki che veniva a sua volta plagiato da saga,il quale gli imparti' perfino le sue tecniche diaboliche..ora so che Saga e' sconfitto e l anima di Phoenix di nuovo pura..cosa cerchi da questo posto cavaliere ?




    CAPITOLO 12


    "Cerco di superare anche questo ostacolo che si e' palesato" gli risposi.."Vedo che sei intenzionato a superare la maledizione del triangolo astrale" mi rispose,il triangolo astrale ?quale tecnica poteva essere ?ma soprattutto era simile al triangolo d'oro di kanon visto che la "genesi" di quei colpi sarebbero potuti essere appartenenti alla stessa matrice ?in cuor mio speravo di no..purtroppo le mie supposizioni non vennero confutate.."si Apodis;sono pronto a ricevere la maledizione del tuo colpo se questo potrà servire a oltrepassare questa fase" ..Non conosco la tua armatura cavaliere,che appartenga forse ad una dimensione a me sconosciuta ? Da quale passato o futuro vieni..dimmelo! Le sue parole così cariche di ego mi indussero non a rispondergli con parole ma scandandogli "l'illuminazione dell'anima "..non ebbi il tempo di lanciarla alla massima potenza che un armatura mi si paro' di fronte..era l'armatura dell'uccello del paradiso che era venuta in soccorso al suo legittimo proprietario..era molto simile a quella della fenice ma per lo più aveva scaglie argentate e indaco,guilty / Apodis la indosso' con estrema naturalezza malgrado fossero passati vari anni dall'ultima volta che l'aveva fatto.." Devo superare questo passaggio segreto simbolo dell'oscurità che e' in ognuno di noi" ,ora ho capito come fare ! Devo trovare il modo di "bruciare" grazie al raggiungimento del settimo senso il modo di eliminare il mio lato oscuro..cavaliere lanciami il fantasma diabolico..la mia richiesta gli sembro' assurda,sia perché ero a conoscenza del fatto che lui ne era ormai padrone visto il suo passato e sia perché era semplicemente una richiesta di sofferenza gratuita,ma il mio non era un modo di abbandonare la speranza e farla finita ma l intenzione era quella di far venire a galla l'oscurità che era dentro di me e quale miglior modo se non quello di subire il fantasma diabolico,colpo che avrebbe avuto lo stesso effetto di quello che un tempo veniva chiamata dai filosofi l'arte della maieutica" ,in grado di trovare dentro di noi e da noi stessi il modo di scoprire le verità del proprio io,con mia grande sorpresa Apodis sembro' che avesse capito subito le mie intenzioni e mi lancio' il " triangolo astrale",il quale mi scaravento' a metri di distanza tale era la potenza del colpo,ma la mia determinazione non falli' e malgrado ora avessi qualche danno all'armatura riuscii a non farmi trascinare in un altra dimensione..mi aveva colpito senza accogliere la mia richiesta..non era strano,me lo sarei dovuto aspettare..in quel cunicolo dove ero stato precipitato ero da solo con l'oscurità..qui chiusi gli occhi e invocai una preghiera,attraverso la mia armatura vedevo quello che sarebbe successo da li a poco e capii che l'armatura stava "imparando" l'arte dell'oracolo" ,prevedere il futuro! Ecco la soluzione..potevo gestire la battaglia a mio piacimento ma era servita l'oscurità per il mio discernimento..questa cosa mi fece riflettere molto...chiusi gli occhi ancora una volta e espansi il mio cosmo e lanciai l'illuminazione dell'anima,stavolta al massimo delle mie facolta',intorno a me inizio ' a crepare..I muri..le stalattiti..ora anche guilty che intanto avevo sentito arrivare era in sofferenza..la sua maschera come la sua armatura era andata in frantumi.."hai resistito alla maledizione,il grande tempio ti ha riconosciuto come una delle "parti buone" di esso e non ha consentito alla sua parte oscura di trattenerti con essa,va cavaliere..la tua missione continua" :queste furono le ultime parole che uscirono dalla sua bocca,infatti la visione che qualche attimo prima avevo avuto era stata proprio quella :uscire indenne dal grande tempio e trovarmi sulla cima di un burrone dove guardavo non un dirupo ma un vortice d'acqua che sembrava volesse risucchiarmi!




    Capitolo 13


    Vortice di immane potenza,gorgo di abbandono ,cerchio in cui mi perdo,forse sto perdendo i miei sensi,nulla intorno a me e' visibile e nemmeno tangibile;da quando mi sono sentito trascinare in esso ho perso la cognizione di me stesso! Un suono in lontananza odo e la sensazione che ne segue e' quella che sin da piccolo ho sempre amato,il suono del mare! A stento rialzo lo sguardo e le membra..davanti a me una colonna si erge maestosa,compio qualche passo..oceano atlantico settentrionale..e' la scritta che mi fa realizzare e trovare conferma che il posto in cui sono precipitato e' proprio quello,coralli e suono di sirene mi danno l'annuncio :e' il regno di un dio,e' il regno del dio Nettuno! Compio un giro su me stesso,proprio come i miei idoli riuscivo a respirare senza difficoltà e proprio come loro sicuramente grazie all'armatura e al cosmo profuso in esso dal precedente possessore. "E' proprio come pensi,e' grazie alla tua armatura che riesci a respirare pur trovandoti sotto l'ambiente marino"! Queste parole mi giunsero da dietro la colonna,una posa che ora riuscivo a ben distinguere e che trovavo familiare,"esci dall'angolo cavaliere" dissi e subito (a differenza degli altri miei avversari incontrati in precedenza) la presenza si palesa presentandosi con una frase che ricordavo fin troppi bene perché era una dei massimi motivi di devozione all'universo dei cavalieri:"l'ombra si rivela ora dopo una calma troppo a lungo durata"! Trasalii dopo quelle parole...Alcor! Ma con indosso l'armatura di dragone del mare,stupore,ansia e paura mi attanagliarono..."Bianchi artigli della tigre! " Il mio corpo fu trasportato a tanti metri di distanza..mille domande arrivarono insieme nella mia mente..Alcor?cosa ci fa nel regno di Nettuno? Avevo sempre pensato che quell'armatura almeno nell'epoca che conoscevo fosse appartenuta a Kanon. Caddi ma grazie alla voglia di ottenere risposte mi rialzai prontamente Io Alcor,stella spettrale di Mizar,al pari di Kanon stella gemella come me ho da sempre pianificato la mia ascesa al potere e come non chiedere l'aiuto di chi ha condiviso il mio stesso destino?io e Kanon eravamo d'accordo sul risultato finale della battaglia al grande tempio,con una grande differenza però: Kanon ha tradito! Si e' prestato all'esercito di Isabel già nella parte finale della battaglia delle 7 colonne,ricordo ancora che fui io a "suggerire" a Kanon di scegliere questa armatura quando giunse in questo regno,lui credeva che era stato il cosmo di un dio a risvegliarlo ma il piano di assoggettamento era il mio e ho lasciato condurre lui la battaglia in modo da tramare ancora per un po di anni nell'ombra per poi rivelarmi quando le forze in campo si sarebbero annullate a vicenda,questa e' la mia storia cavaliere,un ultima cosa ho da dirti prima di spedirti al luogo che compete a chi osa profanare i miei ideali di conquista..questa armatura del dragone del mare e' sempre stata associata anche alla tigre,si la leggenda narra che la tigre e il dragone siano protagonisti fin dalla notte dei tempo di innumerevoli battaglie,visto che ero già padrone delle tecniche della tigre non ho avuto difficoltà a gestire quelle del drago marino,ora userò una tecnica mortale: per asgard e per gli abissi.."dominio dell'orsaaaa.." fui travolto da quell'impeto ruggente! Caddi con un suono morto su una roccia consumata dal sale,mentre cercavo di riprendere le forze ero perplesso da quello che stava accadendo:Alcor non si era forse redento?!,non era scappato via con Mizar? La sua voce tagliente come gli artigli della tigre risuono' nell'aria:capisco il tuo sgomento cavaliere ma non stai ragionando "quadrimensionalmente" ,quello che tu ricordi appartiene al tuo tempo e alla tua dimensione,qui tutto e' relativo e non asseconda la tua prospettiva,abbandona questa ottica altrimenti non riuscirai mai a liberarti di questa dimensione! Ma ora alzati e assaggia il "dominio dell'orsaaaa.




    Capitolo 14


    "Dominio dell'orsaaaa" .l'effetto d'urto del colpo di Alcor fu attutito dall'impatto che ebbi su di una colonna..qui non c'erano colonne da abbattere ne Lady da salvare,qui si fa la mia storia..devo reagire,non permettero ' a nessuno di intralciare il mio cammino verso il completamento delle 12 fasi alchemiche,devo trovare la forza attraverso i miei sensi di "azionare" la visione che mi avrebbe permesso di capire come superare Alcor,che intanto voltatosi di spalle sicuro di aver ormai conseguito la vittoria aveva intrapreso un passo felpato tipico della tigre! "Devo sconfiggere entrambi,la tigre e il dragone ripetei tra me e me,chiusi gli occhi ripensando le parole del mio maestro e mentore.."solo dentro di te"! Così feci..mi abbandonai alla concentrazione e pensai intensamente al potere insito nella mia armatura..ecco una visione! Ero nel deserto,di nuovo,eccolo stanco ma ero sorretto dal mio mentore che a stento avevo riconosciuto a causa della vista annebbiata,se tutto ciò si sarebbe svolto nel futuro voleva dire che avevo superato la battaglia negli abissi,di lì a poco la visione cessò,qualcosa si era posato sul mio capo prima e sulle mie mani poi! Una pagina contenente delle immagini e dei dialoghi..lupus in fabula era il caso di dire,avevo tra le mani una pagina del manga di Saint seiya...e per di più riferita allo scontro tra Phoenix e Alcor..si parlava di affetto fraterno,ma io ero solo,dovevo fare affidamento a quella pagina per trovare la forza..si! Quella pagina era giunta li con lo scopo di farmi capire che la mia vera realtà era un altra e a quella dovevo fare ritorno..espansi il mio cosmo ai limiti estremi..scagliai il mio colpo con tutta la forza che avevo in corpo,non vidi più Alcor che probabilmente fu scaraventato via dalla potenza dell'illuminazione dell'anima! Un attimo dopo le gocce d'acqua che erano in fermento dopo il mio colpo lasciarono il posto al deserto più totale! Malgrado sapessi l'obiettivo della mia missione ero in preda alla confusione,la mia mente non riusciva ad essere ferma e determinata nel proseguire,ecco giungermi una voce attraverso il vento:"parliamo di ciò che crediamo e di quali insegnamenti possiamo trarne,noi crediamo che la materia sia solida e che il tempo sia costante,la materia ha una sostanza e il tempo una direzione,il vento e' invisibile ma e' una realtà ! Il fuoco,l'acqua,la luce,l'aria sono anch'essi materia e sono tangibili,che cos'e' il tempo se non una saetta?un secondo e' un secondo per tutti !la causa precede l'effetto,noi nasciamo,cresciamo e muoriamo,l'inverso non accade mai! Ma tu lascia credere agli altri che questa sia l'unica realtà,la tua logica crolla a livello subatomico tra fantasmi ed ombre!" Silenzio..solo silenzio ora sentivo,il discorso che avevo appena sentito veniva dalla voce del maestro..voleva convincermi ancora una volta di andare oltre ? Ci era riuscito..Lo smarrimento era stato incalzato dalla grinta in valore assoluto,ora ero pronto...la prossima fase mi attendeva !

  3. Top | #3
    Allievo
    Data Registrazione
    22-05-2017
    Messaggi
    7
    Cosmo
    20
    Taggato
    0 Post(s)
    Leone
    tsubasa è offline

    Re: Il saint metafisico

    Capitolo 15
    "Chi vede con occhio equanime l'onesto,l'altruista e l'invidioso,il conciliante e l'imparziale,l'amico e il nemico,il virtuoso e il peccatore..e' spiritualmente ancora più elevato..ecco un sintomo di vero progresso spirituale ! In questo mondo tutte le anime condizionate sono soggette all'illusione!
    Dopo aver ascoltato quelle parole aprii gli occhi sentendomi ancora una volta fuori tempo e spazio,ma non solo,mi sentivo ancora bloccato..fermo e immobile come una statua di pietra,materiale che potrei affermare,raffigurava in pieno il mio stato dimensionale ancora poco incline a "realizzare" il viaggio alchemico che stavo compiendo!
    Aprii i miei occhi e di fronte a me una figura dorata che emanava una luce abbagliante ma serena e pacifica! "Benvenuto nella tela perduta o convenzionalmente conosciuta come lost canvas cavaliere dell'oracolo " ."Che cosa ?tela perduta ?mi trovo nel lost canvas ora ? Ma allora tu sei.."si sono Asmita,cavaliere d'oro della Vergine.
    Ecco perché mi parlavi di illusioni Asmita..vuoi farmi capire che la mia condizione può essere superata solo avendo piena coscienza di me?
    "Sì cavaliere,lo spiritualista deve controllare la mente con attenzione, fissandola nel tuo caso nell'illuminazione dell'anima,la tua anima deve essere come il sole e se la mente e' concentrata su di lei lo smarrimento non esiste,se ragioni con la tua anima l'illusione non potrà entrare..
    Aveva ragione Asmita,era quello il mio obiettivo..dovevo imparare ad usare meno la ragione,soprattutto in un luogo bidimensionale come la tela perduta..Asmita scomparve ma non il suo spirito che ancora percepivo di fronte a me in posizione di preghiera,che la stesse elevando per me? Non ebbi il tempo di darmi una risposta che una mano dalle lunghe unghia mi afferrò il collo e mi scaravento' sotto la sua ombra così incredibilmente gigantesca...alzati cavaliere;dovresti sapere che Defteros non ha modi tanto gentili!
    Defteros? Siamo sul "pesante" dissi tra me e me.." Sì cavaliere..vediamo se sei in grado di muoverti in un dipinto! Manca giusto un po di colore per ravvivarlo,si direi un po di rosso sangue ci starebbe proprio bene disse sogghignando! Era così sicuro di sé che non indossava l'armatura dei gemelli,che il suo sottovalutarmi poteva essere un opportunità per superarlo?lo pensai ma non ne ero tanto convinto,non tardo' Defteros a manifestare la sua forza fisica,mi prese per il collo e guardandomi negli occhi pronunciò:"sei solo carne morta"! Mi spazzo' talmente lontano che la sua figura spari ' dalla mia vista,ebbi il tempo di pensare per qualche minuto..dovevo superarlo..proprio in quel momento ricordai le parole di Asmita..non dovevo pensare con la mente ma con l'anima,la sua forza fisica era "relativa" come tutto in quell'universo del resto,potevo sconfiggerlo se davvero sarei riuscito ad elevare la mia anima dalla materialità,in quel caso rappresentata in pieno dal possente Defteros! Memore dei discorsi e dei gesti di Asmita incrociai le gambe e chiusi gli occhi..la forza e' dentro di me,lana verità e' nella mia anima,l'aria scintilla che da essa scaturisce può avere la forza di un piccolo Big bang,il mio colpo ha nel nome la soluzione! Una calda energia penetrava e permeava il mio corpo,era tutta una illusione,il deserto prima,la tela perduta poi..e' una illusione che devo accettare per comprenderla ma che potenzialmente potrebbe non esistere..tutto e' in mano mia..la consapevolezza ora era parte di me,mi alzai con grande impeto e sentii un fuoco bruciare quello che avevo intorno proprio come se fosse una tela che a causa del troppo calore si consuma.."Defteroooos" urlai fortissimo e la sua presenza non tardo' a palesarsi..il suo fisico resisteva a quelle temperature, aveva delle cicatrici su tutto il corpo ma non subiva nulla che succedeva intorno a lui!
    Eravamo uno di fronte all'altro in posa,pronti per lanciare i nostri colpi..dall'esito di questo scontro dipenderà la sorte della tela perduta grido' Defteros,della mia storia e della mia anima gridai io ! "Dimensione oscuraaaaa " - "Illuminazione dell'animaaaa"

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •