Risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: Il maschilismo in Saint Seiya

  1. Top | #1
    Steel Saint L'avatar di Kris no sagitter
    Data Registrazione
    17-09-2015
    Messaggi
    147
    Cosmo
    593
    Taggato
    9 Post(s)
    Sagittario
    Kris no sagitter è offline

    Il maschilismo in Saint Seiya

    Ok, siccome di questa cosa sen ‘è discussa in vari topic io direi di mettere tutto in uno solo, il seguente argomento: il maschilismo in Saint Seiya.
    A partire da come sono stati trattati dall’autore fino a come vengono trattati nell’anime/manga. Io il manga non l’ho mai letto quindi mi baso sull’anime, che onestamente dovrei "ripassare" anche quello visto che poco ricordo.

    Preparatevi perché non sarò breve.

    E qui riprendiamo il topic “Gold Saint donne” perché le donne non possono arrivare ad avere un cosmo come un Gold? Leggendo su Wikipedia nella parte dei Cavalieri d’Oro c’è semplicemente scritto che la forza di un Gold deriva da una profonda conoscenza del proprio cosmo e cioè il famoso Settimo Senso. Detto ciò perché una donna non ci può arrivare? Chi ha detto che deve essere solo una Bronze o una Silver? Che tra l’altro vengono comunque trattate come pezze da piedi dai colleghi uomini (tipo dall’amore di tutti: Seiya).

    Come ho detto nell’altro mio topic, il battersi con una donna: una donna, Sacerdotessa o guerriera di una qualsiasi altra divinità, viene allenata per combattere guerre esattamente come i compagni maschi (e in Saint Seiya in particolare le viene messa una maschera proprio per essere considerata al pari di un maschio) quindi perché non trattarla come un maschio per davvero? Il nostro esimio Seiya mi sa che non l’ha ancora capito (e con lui molti, se non tutti, altri Saint. Per esempio avrei voluto vedere come Saga, Camus e Shura trattavano Pandora se quest’ultima fosse stata come quella in LC),e parte dal “come si può pretendere che un uomo combatta contro una donna contutte le sue forze anche se guerriera” e molti altri esempi del genere nel corso delle serie… Ma io gli metterei di fronte una Teresa di Claymore o una Seras Victoria di Hellsing quando si trasforma in vampiro, lo fanno a brandelli...

    L’anime è vecchio e quindi bisogna fare i conti in che anno è stato creato e soprattutto in che zona del mondo? Sono anche d’accordo, ma vogliamo mettere una Catwoman degli anni '40?
    L’anime è uno shonen e quindi dedicato ai maschietti? Pure in questo sono d’accordo, ma ci sono anche shonen con forti presenze femminili.
    Oppure, citando di nuovo LC, se durante la serie Hades si fossero trovati davanti una Violet/Violate? Non la combattevano perché donna?

    Nel topic “Gold Saint donne” ho fatto un flippica citando diversi momenti o frasi dette da una donna dell'anime che mi hanno fatto tornare in gola il pranzo del Natale scorso, tipo: Saori (che gli dei se la riprendano e se la tengano perché se questa è la reincarnazione della Dea della giustizia e saggezza siam messi mooolto male. Ho idea che non solo la fortuna sia ceca ma anche la giustizia) che quando va da Arles gli invia una lettera che gli chiedeva udienza, UNA LETTERA??! Quello ha cercato di farti il cu*o per metà serie e tu gli invii una stracaz*o di lettera di avvertimento??! Ma ti sei fumata tutti i neuroni?! E, Saori, attenta alle briciole dei muffin che anche quelle potrebbero attaccarti e legarti come un salame; Shaina che fa la pazza mestruata tutta la serie (“Seiya ti ucciderò!! No, invece ti amo…” -.-devo aggiungere altro?), è inutile che mi diciate di no lo fa lo fa; Marin personaggio sprecato, poteva essere una donna valida ma non ne hanno tirato fuori nulla di buono; June che si fa sconfiggere dal bronzino più deboledi tutti, Shun, di cui è pure innamorata -.-“ (ammazzati prima che lo faccia io).
    Shunrei, Miho e Seika sono di contorno e comunque non fanno altro che piangere e pregare (specie Shunrei).

    Mi fermo qui, scatenate l’inferno…

  2. Top | #2
    Silver Saint L'avatar di Lorenzo Cesari
    Data Registrazione
    25-05-2015
    Località
    Castenaso
    Messaggi
    631
    Cosmo
    1838
    Taggato
    25 Post(s)
    Cancro
    Lorenzo Cesari è offline

    Re: Il maschilismo in Saint Seiya

    Due cose da dire... la prima è che mi sembra esagerato (ma di questi tempi mi sembra vada di moda) far passare tutto quello che passa il convento sotto la lente di ingrandimento di queste parole che finiscono per ismo.. razzismo, maschilismo, femminismo, estremismo e via dicendo... ci sono aspetti della vita umana che necessitano questo tipo di esame ma, scusate se uso due parole che andavano di moda negli "anta" del XX Secolo, Saint Seiya è solo un Cartone Animato...
    Personalmente poi non penso che le ragazze facciano una figura da zerbino, e in ogni caso l'opera è stata pensata per un pubblico maschile che potesse rapportarsi con i protagonisti della serie... non mi sembra che dal lato "maghette" poi la cosa sia diversa...

    Seconda cosa, e qua ti devo bacchettare di brutto sui dorsi delle mani... Shun non è affatto il bronzino più debole, e te lo dimostro in tre punti...

    1) ha un'arma in grado di attaccare, difendere, muoversi tra le dimensioni e sgamare nemici nascosti.

    2) Oltre alla catena ha una delle tecniche più devastanti, la Nebulosa, che se non controllata va fuori scala in termini di danno.

    3) ha un fratello cazzutissimo e fortissimo pronto a difenderlo da qualsiasi nemico, da Hades fino ai Testimoni di Geova che suonano alla porta la domenica mattina.

    In più è stato pensato proprio per strizzare l'occhio al pubblico femminile, quindi se voi ragazze trovate che il lato femminile di SS sia debole potete sempre consolarvi con Andromeda...

  3. Top | #3
    God Saint L'avatar di BlackGemini83
    Data Registrazione
    07-03-2014
    Località
    Sassari
    Messaggi
    6,466
    Cosmo
    13808
    Taggato
    981 Post(s)
    Pesci
    BlackGemini83 è offline

    Re: Il maschilismo in Saint Seiya

    Purtroppo per quanto la tua domanda sia molto interessante è veramente difficile (per me) darti una risposta che puó essere dirimente.....

    Sappiamo che il sistema politico/gestionale e per certi versi religioso che caratterizzano la legislazione del Grande Tempio di Atene sono di tipo "Simil Patriarcale" dico simil perchè non è neccessaria la successione dei ruoli tra familiari. Come dice la stessa parola tutte le mansioni e oneri basati sulla strategia, la difesa e l'attacco vengono assegnate a uomini anche oerchè probabilmente, salvo rarissime eccezioni, anche negli altri imperi, regni o Stati vigeva un sistema di questo genere......
    Quindi c'è un leader di "Stato" che si attiene alla parola della Dea Atena (eppure la Grecia antica era politeista....)
    Pertanto non sorprende che queste cose divenissero improntate come "cose da uomini"....di fatto pare che il ruolo di Saint e quindi l'appartenenza ad un rango che si basa ad una delle 88 Costellazioni conosciute, non venga totalmente preclusa alle donne ma la condizione e mascherare il volto come segno tangibile di rinuncia, dinnanzi ad altri Saint, dello status di donna per divenire una Sacerdotessa Guerriero, un'Amazzone o semplicemente una Sainthia di Athena e per Athena.
    Chi accetta questa clausola sa che la sua femminilità dinnanzi a guerrieri di pari rango deve essere tenuta segreta, non tanto perchè non si nota da altri particolari che è una donna ma proprio il viso perchè simbolicamente è la sede delle espressioni e quindi, come si dice, gli occhi sono lo specchio dell'anima....siccome l'anima non è un oggetto o qualcosa di tangibile appunto si copre il viso proprio perchè è il veicolo che mostra agli altri le emozioni.
    Tu pensi, perchè Athena permette questo già che è la Dea della Giustizia? (Perchè effettivamente, considera i tempi di ambientazione della parte relativa alla Grecia ed al Gran Tempio, questo sistema di Stato era considerato giusto, per certi versi anche dalle stesse donne.....ecco perchè è difficile collegare il modus operandi di allora con quello dell'era moderna che la donna ha acquisito (ma ancora lotta per affermare una parità in molti ambiti).....Se cosi non fosse questo sistema avrebbe subito forti opposizioni da parte delle Sacerdotesse guerriere stesso in un'atto di sabottaggio dall'interno....
    Certo, ad oggi in alcune istituzioni e/o professioni seppur il ruolo della donna non è precluso rimane comunque limitato ad alcuni ruoli, per carità importantissimi, ma non estesi come i ruoli maschili...vedi le Forze dell'Ordine etc.....
    Di fatto peró esistono ruoli femminili che chiaramente sono preclusi totalmente o parzialmente agli uomini......(evidente fin dai tempi del progresso dell'evoluzione della razza umana si è avvertita la neccessità di dare ruoli precisi alla figura della donna e dell'uomo...).
    "Io non possiedo due facce, ma una sola , la più buia e impenetrabile dell'universo"

    Il maschilismo in Saint Seiya

  4. Top | #4
    God Warrior L'avatar di Kaioh83
    Data Registrazione
    29-07-2015
    Messaggi
    1,222
    Cosmo
    2857
    Taggato
    112 Post(s)
    Vergine
    Kaioh83 è offline

    Re: Il maschilismo in Saint Seiya

    La penso come @BlackGemini83. E' innegabile che, fin dall'epoca più remota, le guerre e le conquiste (parlo a livello di battaglia) le abbiano condotte gli uomini. Quindi è logico che, nel momento in cui si vuole fare un manga "di battaglia", siano gli uomini a primeggiare. Poi una considerazione personale: all'epoca, se SS fosse stato esclusivamente femminile, molto probabilmente non l'avrei nemmeno seguito. E penso che questo valga per quasi tutti i maschi presenti qui dentro. Non per maschilismo o perchè ce l'abbia con le donne, semplicemente perchè mi veniva più facile immedesimarmi in personaggi del mio stesso sesso.

  5. Top | #5
    Steel Saint L'avatar di Kris no sagitter
    Data Registrazione
    17-09-2015
    Messaggi
    147
    Cosmo
    593
    Taggato
    9 Post(s)
    Sagittario
    Kris no sagitter è offline

    Re: Il maschilismo in Saint Seiya

    Probabilmente non mi sono spiegata bene nell'intro o forse non come credevo. Do ragione a Lorenzo, forse dovevo mettere come titolo del topic "le donne in Saint Seiya", mea culpa . Se l'anime fosse stato incentrato soprattutto su donne non l'avrei seguito nemmeno io, ma non si può negare che in questo anime (e in molti altri in generale anche più recenti) la donna viene relegata a comparsa o a dame in distress, cioè la damigella in difficoltà e questo anime abbonda di queste figure.

    Non voglio stare qui a parlare della nostra società di oggi o infiliamo le mani nel letamaio più grosso al mondo poiché maschilismo e femminismo sono due termini di cui ancora si parla troppo e certe cose nel ventunesimo secolo non dovrebbero esistere ne da parte degli uomini ne da parte delle donne.

    Mi riferisco esclusivamente all'anime in questione in cui, a mio parere, potevano essere inventati personaggi femminili migliori o sfruttare meglio i personaggi già esistenti.

  6. Top | #6
    God Warrior L'avatar di Kaioh83
    Data Registrazione
    29-07-2015
    Messaggi
    1,222
    Cosmo
    2857
    Taggato
    112 Post(s)
    Vergine
    Kaioh83 è offline

    Re: Il maschilismo in Saint Seiya

    Citazione Originariamente Scritto da Kris no sagitter Visualizza Messaggio
    Probabilmente non mi sono spiegata bene nell'intro o forse non come credevo. Do ragione a Lorenzo, forse dovevo mettere come titolo del topic "le donne in Saint Seiya", mea culpa . Se l'anime fosse stato incentrato soprattutto su donne non l'avrei seguito nemmeno io, ma non si può negare che in questo anime (e in molti altri in generale anche più recenti) la donna viene relegata a comparsa o a dame in distress, cioè la damigella in difficoltà e questo anime abbonda di queste figure.

    Non voglio stare qui a parlare della nostra società di oggi o infiliamo le mani nel letamaio più grosso al mondo poiché maschilismo e femminismo sono due termini di cui ancora si parla troppo e certe cose nel ventunesimo secolo non dovrebbero esistere ne da parte degli uomini ne da parte delle donne.

    Mi riferisco esclusivamente all'anime in questione in cui, a mio parere, potevano essere inventati personaggi femminili migliori o sfruttare meglio i personaggi già esistenti.
    Probabilmente perchè è la società nipponica ad essere ancora fortemente maschilista? (è una domanda, non so come sia in Giappone questo aspetto)

  7. Top | #7
    Steel Saint L'avatar di Kris no sagitter
    Data Registrazione
    17-09-2015
    Messaggi
    147
    Cosmo
    593
    Taggato
    9 Post(s)
    Sagittario
    Kris no sagitter è offline

    Re: Il maschilismo in Saint Seiya

    Probabilmente perchè è la società nipponica ad essere ancora fortemente maschilista? (è una domanda, non so come sia in Giappone questo aspetto)
    Non sono mai stata in Giappone, con sommo dispiacere, ma in molti anime (e non mi riferisco alle Sailor Moon che le considero ultrastupide) le donne sono state raffigurate in maniera totalmente diversa...

Discussioni Simili

  1. Risposte: 66
    Ultimo Messaggio: 17-10-2017, 19:31
  2. Saint Seiya The Advent. La storia di un fan di Saint Seiya
    Di Shaka Virgo nel forum Saint Seiya Fanfiction
    Risposte: 70
    Ultimo Messaggio: 06-11-2014, 14:57
  3. [Saint Seiya Legend]-Super Musical Saint Seiya
    Di lonewolf79 nel forum Saint Seiya Anime
    Corsa alle Dodici Case
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 13-08-2014, 01:29
  4. Saint Seiya Omega (Ω) - Galleria personaggi - 007 Seiya di Sagitter
    Di Phoenix nel forum Enciclopedia Saint Seiya Omega
    Risposte: 51
    Ultimo Messaggio: 28-06-2013, 11:06

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •